Attività didattica secondo semestre a.a. 2020/2021

In seguito alla Comunicazione dell’Ateneo del 28 gennaio 2021, Misure integrative del Protocollo fase 3 in attuazione del DPCM del 14 gennaio 2021

  • Tutte le attività formative e curricolari del secondo semestre dell’a.a. 2020/21 sono garantite a distanza e contemporaneamente in presenza tramite le modalità e l’utilizzo dei sistemi di prenotazione adottati dall’Ateneo, in relazione all’evoluzione dell’emergenza sanitaria

 e considerato che per tutte le altre indicazioni relative all’attività didattica si rimanda al suddetto documento, si riportano alcune indicazioni per l’erogazione delle lezioni in modalità mista.

Studenti:

Gli studenti possono  decidere se seguire le lezioni in Aula o se seguirle a distanza.

  • Nel caso della frequenza in aula, per l’accesso in presenza è necessario:
    - ottenere il Qrcode personale da mostrare all’accesso alla facoltà e all’accesso nelle aule;
    - prenotare l’aula della lezione attraverso la piattaforma Agendaweb;  la prenotazione è indispensabile per l’accesso in aula. In caso di impossibilità a prenotare l'aula della lezione lo studente deve creare un nuovo profilo per il 2° semestre.
    Anche nel caso il Docente eroghi la propria lezione da remoto, gli studenti possono sempre accedere all’aula nell’orario previsto per seguire la lezione in via telematica.
  • Nel caso di frequenza da remoto, la connessione avverrà attraverso la piattaforma TEAMS. Il link per seguire in diretta le lezioni erogate sarà comunicato da ogni Docente sulla propria pagina e-learning.

Docenti:

Per tutte gli insegnamenti, i docenti dovranno creare un gruppo TEAMS del proprio insegnamento e inserire il link al gruppo nella pagina e-learning dello stesso. Per ogni lezione, il docente dovrà connettersi a TEAMS e accettarsi che gli studenti da remoto siano connessi. 

Come specificato nelle Misure integrative del Protocollo fase 3

  • Il personale docente svolge l’attività didattica nelle aule dell’Ateneo secondo il calendario predisposto dalle aree culturali. [… ] 
    […] ai fini del contenimento della diffusione del virus Covid-19, qualora sussistano specifiche condizioni quali, a titolo esemplificativo, patologie che compromettono le difese immunitarie, familiari conviventi ad alto rischio da contagio, quarantena del figlio convivente minore di quattordici anni e altre motivate esigenze legate al Covid-19, i professori e i ricercatori possono richiedere di svolgere la propria attività a distanza, concordandone le modalità con il Preside o il Direttore della rispettiva area culturale. Ai fini del monitoraggio delle attività di didattica frontale, il docente che svolge la didattica in luogo diverso dall’Ateneo, deve inserire tra i discenti il nominativo del Presidente del Corso di Studio.

Tutti i docenti che ritengono di essere nelle situazioni descritte dovranno quindi richiedere al Preside (qualora non l’avessero già fatto) di svolgere attività didattica a distanza (lezione e ricevimento) e concordarne le modalità.
Il docente può svolgere la lezione a distanza, dandone comunicazione alla Presidenza, anche nel caso in cui nella piattaforma EasyLesson non ci sia nessuno studente prenotato per una lezione. Se l’assenza di prenotazioni perdura per più di 3 settimane, il docente può comunicare alla Presidenza la sua volontà di svolgere lezioni da remoto per l’intero corso.
Nel caso di lezioni erogate da remoto, il docente è responsabile della qualità della propria connessione.
Le lezioni erogate da docenti in modalità a distanza saranno comunque trasmesse nelle aule e negli orari previsti (a cura della Presidenza) in modo da permettere agli studenti la fruizione in aula di tutte le lezioni. 

Nel caso di lezioni erogate in aula, si tenga conto che tutte le aule della facoltà sono dotate di microfoni e webcam che permettono la trasmissione in diretta delle lezioni. Strumentazioni aggiuntive (tavoletta grafica, lavagna digitale) sono disponibili in portineria, dove il docente dovrà recarsi per ritirare le chiavi dell’armadietto porta computer e firmare il registro.

Come già previsto per le lezioni del primo semestre, i docenti che erogano lezioni nelle aule T (dalla T3 alla T30) e D (da D1 a D3)  della sede di Ancona e nelle aule C, D, E, F della sede di San Benedetto del Tronto dovranno procedere alla lettura del Qrcode degli studenti. La lettura del Qrcode negli insegnamenti erogati nelle altre aule sarà a cura degli studenti 150 ore.

 

Ancona, li 16/02/21